L’amore.

Love.

L’amore è qualcosa di meraviglioso e complicato allo stesso tempo.

Questa parola A • M • O • R • E si conosce fin da subito, perché dovremmo essere concordati di esso sempre…

…eppure, l’amore è come un’arma.

L’amore è come un cuscino morbido.

L’amore è come una fiamma.

L’amore è come la scintilla di un fuoco d’artificio.

L’amore è come un sorriso pieno e una lacrima grande.

Molti amano tanto e non lo sanno mentre ci sono altri che pensano di aver amato troppo e invece, non hanno amato affatto.

Alcuni si accontento di un amore solo per paura di rimanere da soli o c’è a chi piace essere etichettato/a come la/il fidanzato/a di qualcuno, solo per il gusto di esserlo.

C’è chi… dimostra l’amore che sta vivendo, magari sui social o per le vie del paese.

Io non amo chi mette in mostra l’amore o chi vuole averlo solo per far vedere agli altri di aver qualcuno.

Non sopporto vedere “Instagram storie” di gente innamorata e poi a vederli per strada sembrano semplici amici o quasi sconosciuti.

AMO invece l’amore, quello con la A maiuscola. Quello che solo nel guardare la persona che si ama, ci si perde in un sogno ad occhi aperti. Non per forza chi ama sta insieme a qualcuno.

Vedo tanti fidanzati non amare il/la propria partner e tanti single innamorati di qualcuno che in qualche modo non possono avere.

La cosa che mi fa tanto battere il cuore sono: i piccoli gesti. Quelli fatti senza uno scopo ben preciso.

Non parlo di regali costosi o cene in ristoranti di lusso, ma una semplice carezza o un bacio inaspettato. Una rosa presa mentre si percorreva la via di casa o una margherita colta in un prato.

Non credo di essere una persona “smielata” o troppo “romantica” ma per me qualsiasi gesto eclatante e grande non equivale a un abbraccio nel momento del bisogno o solo perché amando quella persona si ha voglia di vederla sorridere.

Quindi se avete una persona al vostro fianco, cercate di regalarle più baci e meno storie su Instagram.

Marika.

PEACE AND LOVE, amici.

Annunci

Diario di una ragazza qualunque!

A tutti voi, con affetto.
una sognatrice.

Delle volte mi chiedo “perché?”

Una domanda abbastanza comune e anche un po’ banale, ma… contiene così tanti infiniti motivi e significati.

Tutti una volta nella vita ci siamo posti questa domanda: “perché a me?” oppure “perché non a me?” “Perché è successo?” o “perché non è successo?”…

Troppi ‘forse’ o tristi ‘se’. Vedete io ho imparato una cosa, abbastanza strana perché dopotutto sono una fifona, nel vero senso della parola. Io ho letteralmente paura di ogni cosa, questa confessione andrà a mio svantaggio dato che… mi dimostro una persona tanto forte.

Ma tutto sommato una cosa è ho davvero imparato oggi 4 settembre alle 01:45 del mattino, è che avere paura ci priva di ogni cosa, bella o brutta che sia.

Ci domandiamo sempre “perché” come ho detto prima e invece di domandarci il motivo per il quale quella cosa è capitata proprio a noi o non è capitata, e facessimo qualcosa per rimediare? Eh… questo non l’avevate messo in conto, siate sinceri. Sono la prima a dire che ho sprecato così tanto tempo a farmi troppe domande, da non accorgermi che il tempo scorre e nessuno aspetta. Nessuno aspetta, chi non vuole fare niente per se stessi…

Quindi io dico: dopo aver finito di leggere questo noiosissimo articolo, scritto alle 2 del mattino fate qualsiasi cosa vogliate per voi stessi. Qualsiasi.

«anche la cosa più banale. Dedicare del tempo a ‘TE STESSA’, dire qualcosa a qualcuno, confessare o confidare qualcosa a qualcuno o rincorrere una passione! Fate ciò che vi rende felici, a costo di avere tutti CONTRO»

Una cosa che volevate fare da tempo o volete farla ma… avete paura di fallire.

Non potrete fallire se non ci provate. Mia madre dice sempre: “chi non risica non rosica”

Non so esattamente il significato della frase ma è come dire: hai un sogno, rincorrilo e non smettere mai di farlo anche quando pensi di avercela fatta o no.

Marika.

PEACE AND LOVE, amici.

L’estate addosso..

Quanto è bello stare seduti a guardare il mare e ascoltare le onde, mentre attorno non c’è nessuno che ti libera dai pensieri?

Quelli che vivono in riva al mare difficilmente possono formare un solo pensiero di cui il mare non faccia parte.
(Hermann Broch)

Delle volte mi perdo nella sua bellezza e immagino quanto sia misterioso nel suo profondo.

Un po’ come noi.. all’apparenza innocui ma con l’inferno dentro.

Siamo come isole nel mare, separate in superficie, ma collegate nel profondo.
(William James)

Dedico queste parole alle persone che in qualche modo si sentono un uragano dentro:


SEI.

Sei.

Sei fragile come il vetro.

Sei forte come la roccia.

Sei bella come il cielo e splendente come la luna.

Mi accechi come il sole e in te annego come nel mare.

Marika.

PEACE AND LOVE, amici.

Primo articolo del blog! Mi presento.

Questo è il tuo primo articolo. Mi presento! Salve a tutti, sono Marika Politi. Una semplice diciassettenne con un sogno nel cassetto. Un po’ come tutti, ho dei sogni e voglio fare di tutto per realizzarli. Ho deciso di aprire un blog proprio per far conoscere a tutti il mondo che mi circonda e la mia vita, molto altalenante.

Un giorno ho capito che persona sarei voluta diventare. Sono cresciuta in fretta e mi definisco anche una persona che sì, ha ancora tutta la vita per imparare ma che è piuttosto matura per capire cosa vuole farne della sua vita. Mi sono accorta che sin da piccola ho amato la recitazione e la scrittura. Adoro leggere e scrivere. Scrivere di tutto ciò che mi circonda, descrivere emozioni, sentimenti contrastanti e stati d’animo di ogni persona. Ma non solo, li amo interpretare e sognare insieme ai personaggi che mi vengono assegnati.

Ebbene sì, faccio recitazione ormai da tre anni. Tutto è iniziato per caso e questo sogno continua a crescere sempre di più.

Sono fiera di me stessa? Da tre anni a questa parte posso dire che sto facendo di tutto per esserlo. (La mia esperienza con la recitazione probabilmente ve la racconterò un’altro giorno! Questa era solo una presentazione che si è dilungata troppo! Perdonatemi ma se inizio a parlare o scrivere non finisco più ahah!)

Spero che questo sia l’inizio in un lungo viaggio insieme alle persone che mi leggeranno.

A presto, Marika.

PEACE AND LOVE, amici.